Service

18/11/1969: organizzazione della conferenza sull’insediamento Fiat nel quadro dello sviluppo economico e sociale del Chivassese, con intervento dell’Avv.Dezani, presidente I.A.C.P. di Torino, del Dott.Domenico Gamba, Sindaco di Chivasso, dell’Avv.Gianni Oberto, Presidente della Provincia di Torino, dell’Arch.Francesco Ognibene Urbanista, di 26 Sindaci del circondario e di oltre 150 intervenuti.

Negli anni ’70, dato il rilevante numero di soci medici, il Club si è principalmente dedicato a services riguardanti la prevenzione di malattie e l’effettuazione di screening allora poco frequenti o per nulla eseguiti nelle strutture sanitarie pubbliche italiane. Fra i detti services, che coinvolgevano soprattutto l’Ospedale Civico di Chivasso ed i suoi medici, vanno ricordati gli screening per la diagnosi fenilchetonuria e per la rosolia.

8-10/5/1975: gemellaggio con il Club francese Grenoble Olympique.

1975: dono alla Biblioteca Civica del Comune di Chivasso dell’Enciclopedia Treccani.

6/1976: sottoscrizione per il terremoto in Friuli: vengono raccolte L.1.790.000, oltre ad un contributo fatto pervenire dal Club gemellato Grenoble Olympique.

25/10/1977: donata una carrozzella ad una giovane madre paraplegica.

1978: interventi e screening per la retinopatia diabetica.

1978: inizio della collaborazione con l’AVIS provinciale di Torino, che proseguirà per oltre venti anni con l’erogazione di un contributo annuale.

9/1978: inizia il service dedicato alla città romana di Industria. Frutto del service sarà la pubblicazione della monografia dedicata alla città ed agli scavi.

8/3/1980: organizzazione di due spettacoli di canto e prosa per due Istituti di riposo per anziani indigenti della zona.

27/4/1982: presentazione ufficiale del volume sulla città romana di Industria, frutto del lavoro di molti soci in collaborazione con la Soprintendenza alle Antichità Romane di Torino.

1983: viene varato il concorso intitolato a Valerio Alfieri, nostro socio prematuramente scomparso. Il concorso è destinato ai giovani delle terze classi delle scuole medie di Chivasso, verrà ripetuto per molti anni e si prefigge di far conoscere ai giovani vita, storia, problemi sociali ed altri aspetti della Città di Chivasso e del suo circondario.

1985: studi ed avvio del restauro della meridiana del campanile del Duomo di Chivasso. Il restauro si concluderà l’anno seguente e verrà finanziato totalmente da un socio del Club in memoria ed a ricordo del padre, che fu per moltissimi anni l’orologiaio del campanile.

10/1987: donazione di un televisore con videoregistratore all’AVIS per la campagna di informazione dell’Associazione.

1988: studi per un’ipotesi di restauro della torre ottagonale di Chivasso.

1988: conferimento del Melvin Jones Fellowship Award alla professoressa Ebe Glesaz Vintani, per oltre quarant’anni insegnante di latino e poi Preside della Scuola Media Demetrio Cosola di Chivasso.

1989: fondazione del Leo Club Chivasso, che terrà la sua Charter Night il 9 giugno 1989.

1989: organizzazione a Chivasso della tappa distrettuale della carovana automobilistica (organizzata dai L.C.Bologna Irnerio e Bologna Re Enzo) che gira l’Italia per sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere fondi a favore del Telefono Azzurro, allora in gravi difficoltà economiche. La tappa verrà effettuata il 24 aprile 1989 con la partecipazione del Sindaco e del Consiglio Comunale di Chivasso riunito in seduta straordinaria. Il Club con una memorabile serata raccoglierà da soci e sponsor la somma di L.10.000.000, donati al Telefono Azzurro.

9/6/1989: versate L.22.200.000 alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, frutto della raccolta tra soci e sponsors e di varie iniziative del Club.

1990: donazione al LCIF in misura di 10 dollari per socio e partecipazione al programma Sight First

7/1991: inviato un nostro socio quale delegato alla Convention di Brisbane, a spese del Club.

1991: visita al nostro Club del Lion Balasc Juhas, Presidente del Lions Club Budapest First, primo Lions Club di Ungheria.

1991/1992: restauro di un quadro del XVIII Secolo del Duomo di Chivasso in accordo con la Soprintendenza. Il restauro, effettuato dal Laboratorio Nicola di Aramengo, comporterà una spesa di circa L.15.000.000

1992: conferimento del Melvin Jones Fellowship Award alla memoria del Past Presidente Giovanni Birocco, prematuramente scomparso.

12/1991: apertura di una postazione di raccolta fondi per il Telethon a Chivasso in collaborazione con il Leo Club. Raccolti oltre L.4.000.000.

2/1992: donazione al prof.Vacca dell’Università di Torino per l’acquisto di apparecchiature scientifiche da destinare alla sede di Novara (facoltà di medicina) dell’Università degli Studi di Torino

1992: l’attività principale del Club per quest’anno consiste nella raccolta di fondi per il programma Sight First. Alla fine dell’anno il Club, che a tal fine ha organizzato manifestazioni e spettacoli, verserà oltre L.12.000.000 ed otterrà il Top Five per il Sight First.

1992: acquisto, restauro e donazione al Comune di Chivasso di un quadro dell’800 del pittore Nicola Doria, operante a Chivasso.

1992: partecipazione attiva del Club al Programma Lions Quest. Alcuni insegnanti di scuole chivassesi frequentano i corsi organizzati dal Distretto.

12/1992: partecipazione alla raccolta fondi per il Telethon con una postazione in collaborazione con il Leo Club Chivasso. Raccolte oltre L.10.000.000.

1993: viene donato un televisore all’Opera Pia E.Clara per Vecchi Poveri.

1993: in occasione di un meeting viene versato un congruo contributo in denaro a Padre Ruggero, cappellano delle Carceri Nuove di Torino per le sue attività assistenziali a favore dei carcerati e delle loro famiglie.

23/9/1994: solenne celebrazione del XXV anniversario del Club con la partecipazione del P.D.I. Giovanni Rigone, di numerose autorità lionistiche e civili e di moltissimi amici Lions.

1994: donazione di una macchina per scrivere braille ad uno scolaro non vedente delle elementari di Chivasso.

1994: in conseguenza dell’alluvione del novembre 1994 viene avviata l’attività di raccolta fondi a favore degli alluvionati del Piemonte

1995: stanziamento di L.3.000.000 complessive a favore di due ragazzi che necessitano di interventi e di costose cure mediche a causa di gravi malattie.

27/3/1995: nel corso di una serata di festa organizzata dal nostro Club nell’ambito del consueto service di zona sono state raccolte complessivamente oltre L.17.000.000, versate alle organizzazioni FARO, SAMCO ed ANAPACA, che si occupano dell’assistenza ai malati terminali oncologici.

9/1995: nel corso di una cerimonia presso il Teatro Civico di Chivasso il Club ha consegnato ai Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso una Land Rover Defender, acquistata con i proventi di numerose iniziative a sostegno degli alluvionati del novembre 1995 e con il contributo del Distretto 108-Ia, nonchè un assegno di L.5.000.000 destinati all’acquisto di attrezzature per il rapido soccorso.

1996: contributo all’Opera Pia E.Clara di Chivasso per l’acquisto di attrezzature da cucina.

1996: service a favore della Prateria.

1997: conferimento del Melvin Jones Fellowship Award al socio Agostino Minati, solerte tesoriere del Club da sedici anni

1997: una splendida festa con lotteria ed i contributi di vari sponsors hanno consentito di raccogliere L.12.850.000, devoluti in gran parte all’Associazione Sorriso di Chivasso, che si occupa di bambini handicappati.

1998: un concerto di jazz consente di raccogliere oltre L.7.000.000 per l’acquisto di un’attrezzatura speciale destinata ad un ragazzo di 19 anni, tetraplegico a seguito di un incidente.

1998: sponsorizzazione del Lions Club Chivasso Duomo.

11/1998: avvio del service a favore del Piccolo Cosmo, casa di accoglienza per i genitori non abbienti dei bambini ricoverati all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, provenienti da altre regioni. Con diverse manifestazioni, nelle quali è stato coinvolto anche il Distretto, sono stati raccolti e consegnati al Piccolo Cosmo oltre L.15.000.000.

12/1998: consegnate 14 “tredicesime natalizie” dell’ammontare di L.500.000 l’una (oltre a generi alimentari) a famiglie chivassesi e ad anziani che versano in stato di estremo bisogno.

1998: organizzazione della mostra dello scultore Chivassese Nino Ventura. La mostra sarà poi ospitata a Firenze e ad Assisi.

1998: raccolta fondi per il restauro della Chiesa dei Santi Giovanni Battista e Marta.

1998: due ragazzi Chivassesi meritevoli “maturati” nell’anno con 60/60 vengono inviati a spese del Club all’estero con il programma di scambi giovanili del Lions Club International
L’evento di maggiore importanza dell’anno di Baldacci è stato l’allestimento di uno spettaolo teatrale presso il teatro di Torino (Massaua) il 15 maggio 2001, denominato “Noi per voi”, il cui ricavato è stato destinato alla casa di accoglienza “Piccolo Cosmo”. La serata divenne Service di Zona.
Dalla locandina (che ho) si rileva che si esibirono tra gli altri Anna Toffanin, Dario Gremmo, il P.D.G.Marcello Ottimo ed altri Lions.
Abbiamo partecipato ad un Convegno organizzato con il Rotary Club di Chivasso ed il L.Cchivasso Duomo il 14 novembre 1999 al Cinema Moderno di Chivasso su “Chivasso: progetti per una ittà che vuole rinascere”, con buona partecipazione di autorità e di pubblico.
Il 3 ed il 4 maggio, in collaborazione con il Chivasso Duomo viene allestita la postazione per la visita oculistica per la prevenzione del glaucoma.
Inoltre il Club ha partecipato alle iniziative del Distretto (Governatore Achille Judica Cordiglia), partecipando alla serata preso la Discoteca “Opera” di Alpignano ed allo screening per la prevenzione del tumore prostatico.
Il Club ha poi effettuato visite all’Opera Pia Clara di Chivasso a Natale e Pasqua, portando doni ai vecchietti e, se non sbaglio, attrezzature da cucina che ci vennero chieste dall’amministrazione

Nel corso degli anni il Club, oltre a quanto elencato in precedenza, ha svolto annualmente numerosi services di minore importo ed impegno, principalmente dedicati a:

assistenza degli anziani ospiti dell’Opera Pia E.Clara per Vecchi Poveri di Chivasso, casa di riposo per indigenti (doni e visite durante tutto l’anno, con feste a Natale ed a Pasqua);
contributo annuo all’AVIS Provinciale di Torino a sostegno della sua attività propagandistica in favore della donazione di sangue;
contributo al Leo Club Chivasso per le spese di funzionamento, organizzative e di segreteria;
partecipazione a tutti i services di zona (talora assumendosene l’onere organizzativo), di circoscrizione e distrettuali;
partecipazione alle varie edizioni del Poster per la Pace;
contributi ad enti ed associazioni che svolgono attività benefiche, assistenziali nonchè di assistenza ai malati oncologici.